Costumi uomo 2018

Costumi uomo 2018: boxer, slip o pantaloncino!

Qualunque sia la destinazione delle vostre vacanze, essere sempre al top, anche in spiaggia è d’obbligo!

Certamente il costume va scelto in funzione del vostro fisico. Quindi identificare se sia meglio puntare su un costume slip o a pantaloncino. Ma è bene conoscere i modelli e soprattutto i nuovi colori della moda uomo tra tinta unita e stampe vivaci.

Per poi passare ai marchi anche sinonimo di qualità. Dunque, da Calzedonia a Sundek, da Armani a Tezenis, passando per Adidas e Speedo e molti altri ancora.

Per cominciare, chi desidera sfoggiare un fisico da campione e ottenere un’abbronzatura perfetta, sicuramente potrà optare per il modello slip. Quest’anno molti marchi lo propongono con logo a vista. E’ il caso di Sundek e Diesel, che presentano entrambe la scritta del brand a chiare lettere sul sedere.

Se preferite qualcosa di più classico, qualcosa di intramontabile ma anche caratterizzato da stampe e fantasie cool, allora dovete assolutamente preferire i modelli a pantaloncino.
Oltre alle consuete strisce, stelle e quadratini; molti marchi propongono i costumi uomo 2018 con stampe fantasiose.

Rubinacci, trae ispirazione dalla classica cravatta; e la manifattura è Made in Italy.

Classico ma con un twist per non passare inosservati è la stampa caleidoscopio proposta da La Perla. Disponibile in 4 varianti colore: fondo beige, blue, arancione e viola.

E’ il caso di Calzedonia, sui quali troviamo fantasie diverse, dal camouflage al tropicale. O di Intimissimi, con fiori e piccole banane.

Dolce&Gabbana uomo per la sua linea moda mare 2018 propone invece stampe eleganti con piccoli pois e tessuti con stampe particolari come le carte da gioco.

Costumi uomo 2018

Dolce&Gabbana

Non mancano poi micro prints, scritte e pattern in nuance che giocano con le sfumature.

MC2 Saint Barth , si ispirato per la collezione 2018 alla splendida isola di St. Barth; per cui propone stampe pop, disegni originali e tanta ironia che si manifesta sotto forma di barattoli di nutella, emoticon, scimmie e stelle marine dai toni fluo. Tutto brioso e divertente.

Fedeli, propone il costume realizzato in materiale Airstop che non assorbe acqua. La particolarità è il print su microfibra: si stampa su carta e successivamente il disegno viene trasferito su tessuto. E la stampa è ad effetto denim.

 

www.snapitaly.it

Infine, impossibile non parlare di Hikkaduwa. Un marchio Made in Italy diventato famoso nel 2017 per le sue fantastiche infradito dalla punta squadrata. Un brand che da subito ha mostrato la sua propensione verso i costumi da bagno uomo e donna, e che grazie ad una capsule collection ispirata a Valentina, celebre personaggio nato dalla matita di Guido Crepax, ha fatto di questa

collezione il punto di partenza per un lavoro creativo molto più ampio. Le flip-flops non sono rimaste solo delle semplici ciabatte, ma una calzatura glamour adatta a qualsiasi contesto della summer season. I costumi da bagno uomo sono la trasposizione di idee, colori, grafiche e personaggi che hanno influenzato il mondo dell’arte e della società contemporanea. Hikkaduwa rallegra tutti col suo stile cosmopolita, variegato e tremendamente glamour. Provare per credere.

Seno, sano e bello

Seno, sano e bello: come mantenerlo.

Seno, sano e bello: come mantenerlo.

Consigli per valorizzare il décolleté e mantenerlo tonico e in salute.

Il seno è la prima cosa di cui una donna dovrebbe andare fiera. Sia per la sua funzione primaria (l’allattamento); sia per la sua valenza estetica, come arma di seduzione.

Questo potente simbolo della femminilità è soggetto più di ogni altro organo alle variazioni inevitabili che ogni periodo della vita (dall’adolescenza alla menopausa) gli procura. Subendo cambiamenti di forma, volume e compattezza. Meriterebbe quindi di essere trattato con speciale attenzione perché, specialmente col passare degli anni, le cattive abitudini (come ad esempio le posture sbagliate) possono lederne la naturale bellezza.

Diventa perciò di vitale importanza far diventare quotidiani i gesti di prevenzione. E, conoscere qualche dritta, magari qualche rimedio rubato alla natura, per curarlo e renderlo bello e attraente.

Oltre al temuto tumore, il seno (come peraltro qualsiasi altro organo) può essere soggetto a malattie e disturbi di varia entità; per cui è fondamentale affidarsi ad alcune buone pratiche che dovrebbero diventare routine.

Prima di tutto, la prevenzione dovrebbe venire eseguita quotidianamente e scrupolosamente.

Sotto la doccia, cercate di non usare schiume che contengano tensioattivi, che tendono a disidratare la pelle. Meglio utilizzare il latte detergente ed il tonico per il viso, che hanno un impatto meno abrasivo.

Dopo il bagno la pelle va asciugata con delicatezza e cosparsa con un prodotto naturale emolliente e idratante. La pelle risulterà morbida ed elastica come non mai.
Se preferite usare un olio, abbinate ad esso un massaggio leggero. Verrà stimolata la circolazione sanguigna e linfatica, e la pelle e i muscoli si rassoderanno.

Per un rassodamento ancora più poderoso e tonificante, è consigliabile utilizzare una maschera specifica(da acquistare in farmacia o in erboristeria).

Per tonificare il seno c’è un altro trucco: la doccia scozzese. Ovvero quel metodo che alterna getti di acqua fredda e calda.
Con l’acqua fredda ci si può anche cimentare in un idromassaggio fai da te: va passato il getto della doccia sul seno, mentre si eseguono movimenti rotatori dal basso verso l’alto. Per questo scopo può venire utilizzata anche una spugna imbevuta di acqua fredda, con movimenti circolari otterrete un ottimo massaggio rinvigorente.

Per chi ama le ricette naturali, ecco invece una carrellata di rimedi fai da te.

– MASCHERA ALL’OLIO PER PELLI SECCHE :

Vanno mescolati 3 cucchiai di olio evo con un tuorlo d’uovo, fino ad ottenere un composto omogeneo . Ricoprite il seno evitando i capezzoli, abbinando anche un leggero massaggio. Dopo 30 minuti sciacquate con acqua fredda.

– OLIO DI LAVANDA :

Utilissimo per tonificare e ammorbidire la pelle. Riempite una bottiglietta di vetro scuro con 6 cucchiai di olio di semi di sesamo; 3 cucchiai di aceto di mele; 10 gocce di olio essenziale di lavanda. Chiudete la bottiglietta e agitate bene. Per fare un bel massaggio ne bastano poche gocce.

– VARI OLI ESSENZIALI :

Se invece necessitate un’azione rassodante, ci sono vari oli che possono fare al caso vostro. Ad esempio: gli oli di avocado; jojoba; germe di grano; mandorle dolci e semi di sesamo con l’aggiunta di alcuni oli essenziali. (Come lavanda, pino, limone, rosmarino, rosa, sandalo, salvia sclarea).

Dimagrisci col gelato

Dimagrisci col gelato senza rinunce!

Dimagrisci col gelato

Rimettersi in forma senza rinunciare a quello che da sempre è considerato il tipico peccato di gola estivo? Si può!

La dieta del gelato è adatta a tutti, donne uomini, a eccezione di chi soffre di diabete.

Trattandosi però di un regime fortemente ipocalorico, di circa 1200 calorie al giorno, va seguito per una sola settimana. Ma promette di far perdere i 2-3 chili di troppo.

Il gelato ha ottime qualità perché offre un buon apporto nutritivo ed è gratificante; quindi aiuta ad affrontare psicologicamente la dieta.

L’importante è consumarlo come alternativa al pasto tradizionale e non aggiungerlo al primo e secondo come dessert.

Generalmente è prodotto con latte, uova, zucchero; più caffè, cacao o frutti. Tutti alimenti dotati di un buon valore nutritivo.

Ad esempio mangiando una coppa alla crema, introduciamo proteine di alto valore biologico, grassi di qualità, glucidi a rapido assorbimento e a pronta disponibilità energetica come lattosio e saccarosio. Buono è anche l’apporto di vitamine, A e B2, e di sali minerali; come calcio e fosforo.
se poi aggiungiamo un paio di cialde o un biscotto, che sono a base di cereali, la composizione nutrizionale si arricchisce di amido.

Nella dieta sono previsti sia gelati confezionati che artigianali.

Quelli confezionati hanno il vantaggio di rendere facilmente reperibili le informazioni nutrizionali. Oltre a ingredienti e Kcal utili per inserire correttamente il gelato in un equilibrato regime ipocalorico.

Quelli artigianali sono più difficili da stimare in Kcal; perchè l’apporto calorico dipende dalla ricetta seguita.

Nella dieta del gelato sono però indicate con precisione non le quantità ma le porzioni. Per cui basta ricordare che una pallina di gelato pesa circa 40 g e che l’apporto calorico per 100 g può variare dalle 140 alle 300 calorie. A seconda del gusto (nocciola, crema e cioccolato sono quelli più calorici).

Il consiglio allora è di preferire i gelati alla frutta piuttosto che le creme. Queste ultime, infatti, contengono quasi sempre, oltre al latte, anche panna e uova; facendo così subito innalzare il conteggio calorico.

Oppure i sorbetti, che hanno sola frutta fresca miscelata con acqua e zucchero.

Per darvi un’idea delle calorie, 100 grammi di gelato alla frutta apportano circa 130 Kilocalorie. Ma se lo si sceglie alla crema le calorie aumentano dalle 200 alle 320 circa (sempre per 100 grammi di peso).

Infine per quanto riguarda la cialda del cono. Tranquilli! Poche o niente Kilocalorie: solo 20!

Senza rughe con la ginnastica facciale

Senza rughe con la ginnastica facciale: per un ovale ben definito.

Senza rughe con la ginnastica facciale

Vuoi mantenere l’ovale ben definito e la pelle serica? Allena i muscoli del viso!

La ginnastica e lo sport sono utili, si sa, per preservare il fisico dai danni del tempo e mantenerlo snello e scattante.

Pochi ci pensano, ma la ginnastica può rivelarsi utile anche per tonificare il viso e ritardare l’invecchiamento.

Ebbene sì, anche la faccia ha i muscoli (circa 70), per cui un allenamento mirato ne migliora la forma e ne mantiene l’aspetto, ritardando la formazione delle rughe.

Si tratta di esercizi specifici molto semplici, che addirittura ci fanno divertire! Tanto sono eseguibili in qualsiasi luogo e qualunque condizione. Ad esempio davanti allo specchio al mattino appena svegli, o alla sera. Ma vanno bene anche le situazioni impensabili, come quando siamo alla scrivania in ufficio; o magari in auto, in coda al semaforo.

Il “facial fitness” è costituito da una serie di movimenti che attivano quei muscoli che spesso rimangono svogliati, perchè poco usati.

Perciò via libera a smorfie, boccacce, linguacce (più sono esasperate, meglio è). Anche perché guardare noi stessi allo specchio così buffi ha anche il potere di sollevarci l’umore e alleggerirci l’anima.

Ci sono due metodi di allenamento :

1. La ginnastica isotonica

Ovvero quei movimenti che alternano contrazione e rilassamento, ripetendo gli esercizi in serie da cinque o da dieci;

2. La ginnastica isometrica

Che si attua contraendo i muscoli e rimanendo nella posizione per qualche secondo (tre/quattro respiri).

Una cosa è certa, la ginnastica facciale si può praticare sempre e a tutte le età, non vi è alcun genere di controindicazione. Le uniche persone che devono prestare qualche attenzione in più sono coloro che hanno effettuato operazioni di chirurgia estetica; o anche iniezioni di botulino o filler.

Sarebbe raccomandabile eseguire tutti gli esercizi ogni giorno. Sono estremamente facili da imparare e ricordare.

Vediamo quali sono.

– PRIMA DI TUTTO, IL RISCALDAMENTO –

Si effettua ad esempio stirando le guance per simulare un sorrisone; o sgranando gli occhi a dismisura, sporgendo il più possibile la lingua per mimare una boccaccia. Dopo, non bisogna dimenticare di eseguire qualche ciclo di respirazione profonda. Che va effettuata abbassando il diaframma per rilassare i muscoli addominali. Questo aiuta moltissimo la concentrazione ed il rilassamento.

– COLLO –

Tutte e due le mani devono essere appoggiate sul décollété, mentre allunghiamo il collo. Il mento va sollevato verso l’alto, con la mandibola inferiore in avanti. Questa posizione va mantenuta per cinque secondi; poi ci si può rilassare. Da ripetere per cinque volte.
L’esercizio successivo prevede di tenere le mani chiuse a pugno sotto il mento. Bisogna cercare di aprire la bocca mentre le mani fanno opposizione. Oppure, sempre in quella posizione, si deve declinare il mento verso il busto; anche in questo caso facendo opposizione con le mani, (ripetere cinque volte). Questo esercizio serve anche a rimodellare e tonificare la forma del viso.

– MENTO E BOCCA –

Mentre si tirano le labbra forzatamente fino a scoprire i denti in un sorriso stiracchiato ed eccessivo, si devono pronunciare lentamente e in alternanza le lettere U e X, cercando di calcare molto il movimento (va ripetuto cinque volte). Questo esercizio serve anche a rendere le labbra più morbide e turgide.

– GUANCE E BOCCA –

Si gonfiano le guance a palloncino per almeno dieci secondi, poi si distendono. (ripetere cinque volte). Dopo, si gonfia solo la guancia destra e, a turno, quella sinistra. Se vogliamo rendere l’esercizio più intenso, possiamo premere le labbra con le dita di una mano, in modo che l’aria non esca; mentre con l’altra mano si spinge in dentro la guancia.

– LABBRA –

Le labbra vanno atteggiate a forma di cuore, quindi si inspira e si portano in avanti, per poi soffiare l’aria come se si stessero facendo le bolle di sapone. Quando i polmoni sono svuotati, respirare di nuovo e ripetere l’esercizio per altre dieci volte.

– ZONA OCULARE –

Vanno posizionate due dita sotto le sopracciglia vicino alle tempie, tenendo il pollice sotto la zona oculare. In questa posizione vanno aperti e chiusi gli occhi lentamente, mentre le dita oppongono resistenza al movimento. Questo esercizio va ripetuto per cinque volte.

Fit Impact Event

Fit Impact Event a Prato.

Manca veramente pochissimo all’evento Fit più atteso della stagione.

Stiamo parlando del Fit Impact Event, anche quest’anno organizzato dalle Palestre & Piscine Universo.

Appuntamento per il 23 giugno, con un ricco elenco di attività in programma. Naturalmente pensati non solo per i professionisti, ma anche per tutti coloro che sono appassionati di fitness.

Lezioni all’aperto in piscina, Pilates, Callanetica, Jump, e numerose anticipazioni di attività per le persone che vogliono scoprire lo “stile” unico dei Centri Universo!

Una giornata all’insegna del divertimento e soprattutto del movimento!

Il tutto accompagnato dalla presenza di famosi Presenter di fama internazionale. Confermati infatti Alex Fomin, Martino Raguso, Luigi Mattiello,Salvatore Nocerino e Rèmy Huleux. E poi Kiki Costantinescu e Anastasiya Alessandridi. Oltre al fantastico team Universo.

Ma l’evento non sarà solo sudore e allenamento, visto che ci sarà spazio anche per una eccezionale cena a bordo piscina!!

Fit Impact Event a Prato

Infine, solo in tale occasione, sarà possibile usufruire di una speciale PROMO. Ovvero, la possibilità di acquistare una delle numerose formule di abbonamento annuale scontata del ben il 50%…

Insomma un’occasione irripetibile per entrare a far parte anche dell’ #universopeople !!

Scopri il programma dell’evento cliccando qui!

O ancora visita la pagina PROMO FIT IMPACT EVENT per scegliere l’abbonamento più adatto alle tue esigenze!

UNIVERSO FIT IMPACT EVENT… UN PECCATO NON ESSERCI!

I vegetali gialli

I vegetali gialli ricchi di potassio.I vegetali gialli

L’estate porta con sè i vegetali più gustosi e salutari. Parliamo dei vegetali gialli: ipocalorici e sgonfianti grazie al potassio.

Inoltre, contengono betacarotene e vitamina A.

Il betacarotene, nel nostro organismo si trasforma in vitamina A; che è molto importante per proteggere le mucose e per contrastare l’azione dei radicali liberi.

Oltre ad essere una sostanza che stimola la produzione di melanina, in grado di contribuire all’abbronzatura della nostra pelle.

I vegetali gialliE allora via con una dieta a base di pesche gialle, albicocche, peperoni, pomodori gialli, carote e meloni. Oltre a pesche, anguria e kiwi gialli; maracuja; ananas; mango; papaia; susine gialle e pompelmo.I vegetali gialli

Vegetali e frutti in grado di migliorare la funzione del cervello, ridurre i crampi muscolari, diminuire il rischio del cancro e di cardiopatie. E, aumentare l’efficienza del sistema immunitario. Danno energia e dissetano.

In ogni stagione è disponibile frutta o verdura giallo-arancione e se ne consiglia un’assunzione costante, dal momento che, come abbiamo visto, contiene sostanze importanti per la vista o in grado di abbassare i rischi di patologie cardiovascolari, tumorali e rallentare l’invecchiamento.I vegetali gialli

Non dobbiamo dimenticare infine le molte erbe aromatiche gialle come zenzero e zafferano. Così come le erbe medicinali gialle: ad esempio il goldenseal può essere utilizzato come un diuretico, astringente, antisettico e contro le eruzioni cutanee; il dente di leone invece è noto per aiutare con il controllo del peso, dell’anemia e per ridurre le indigestioni e gli accumuli di gas nello stomaco.

La lista insomma è lunga e potrebbe includere molti altri tipi di frutta e verdura a noi meno noti.

Cominciate con il provare a centrifugare una carota con mezzo limone o un’arancia e un pezzetto di zenzero fresco. Questo succo è un portento per rinvigorire difese e cute!

I vegetali gialliMa ciò che è importante è assicurarsi di assumere tutti i giorni frutta e verdura di colore giallo, per stare bene e per sentirsi anche più allegri!

Elogio della lentezza

Elogio della lentezza: vademecum.

Da ben dodici edizioni si celebra la giornata mondiale della lentezza, un’occasione per dare un’occhiata al vademecum che insegna a gestire gli impegni con calma e tranquillità.

Quest’ epoca di frenesia ostentata, che non lascia mai il tempo di realizzare tutte le cose che più ci piacciono, fa apparire l’ozio come un “vizio” concesso a pochi eletti. L’era della velocità e dell’interconnessione purtroppo non rende la vita semplice a chi ama i ritmi lenti e ponderati.

E dire che la tranquillità è preziosa per chi anela al benessere, fisico e psichico. Molti studi scientifici hanno confermato che la qualità della vita si innalza quando rallentiamo il ritmo e facciamo le cose in modo più pacato. La calma è il primo fattore per un’esistenza più sana e sostenibile.

Bastano veramente pochi minuti di meditazione al giorno per sentirsi meglio, iniziando col rallentare il proprio respiro. Ciò fa diminuire la tensione emotiva e mette in circolo nell’organismo l’”ormone della calma” (l’acido gamma-aminobutirrico); che permette al nostro cervello di concentrarsi e focalizzare al meglio le varie situazioni stressanti, per poi trasformarle in modo produttivo.

Una scansione più naturale del tempo fa riconciliare con il mondo; e aiuta ad instradare condizioni (lavorative e non) dove l’impegno del corpo e dello spirito è adeguato e fondamentale.

Ritagliarsi uno spazio temporale dedicato solo al relax mentale permette di districarsi tra i vari pensieri affollati e scegliere le priorità da risolvere o gli obiettivi rilevanti da perseguire.Elogio della lentezza: vademecum

Per sfruttare nella vita di tutti i giorni il potere terapeutico della lentezza, ci sono alcuni step da affrontare, ecco quali:

1) Rallentare.

Dobbiamo imporci di mangiare con calma, camminare senza fretta, guidare più piano. Cercare di assaporare ogni momento che viviamo per amplificare il piacere di fare le cose e non considerarle sempre e solo un dovere. La vita va presa con calma e semplicità e va apprezzata e vissuta al presente; centellinando ogni istante per la bellezza che offre, senza avere come riferimento passato o futuro.

2) Fare una cosa per volta.

Quando si inizia a fare qualcosa bisogna porre la massima attenzione e dedicarsi solo a quello, mettendo al bando le distrazioni. Lo sforzo di fare una sola cosa alla volta richiede un minimo di pratica, ma il miglioramento sarà utilissimo e i benefici non tarderanno a d arrivare.

3) Fare ciò che si ama.

Ognuno di noi ha delle passioni che lo entusiasmano più di altre. Le attività che fanno sentire a proprio agio, che fanno sentire vivi, dovrebbero diventare il perno delle nostre giornate. Tutto il resto, quello che percepiamo come noia e dovere, va limitato e circoscritto. Facciamo davvero quello che ci dona felicità, riducendo la vita all’essenziale.

4) Pensare positivo.

La felicità assoluta è una cosa effimera,si sa. La vita di ognuno presenta aspetti positivi, ma anche eventi negativi. La prospettiva da cui osserviamo tali avvenimenti è la chiave per rimanere sereni o meno, perché è la nostra reazione che ha il potere di decidere come affrontarli. Di fronte alle situazioni sfavorevoli, non indugiamo nell’autocommiserazione. Se il nostro punto di vista rimane positivo, l’impatto avrà sempre conseguenze liete. Anzi, gli eventi nefasti dovrebbero essere sfruttati per costruire un bagaglio di conoscenza che ci aiuti a diventare persone migliori.

5) Alzarsi presto.

Un vecchio detto recita “il mattino ha l’oro in bocca”, e la saggezza popolare ci azzecca sempre. Infatti le prime ore del giorno sono il momento migliore per dedicarsi a tutte quelle mansioni che di solito vengono rimandate. Invece l’energia del mattino va sfruttata per meditare, riflettere sui propri obiettivi e desideri. L’energia e le forze recuperate dopo il sonno ci permettono di mettere a fuoco le nostre aspirazioni più profonde.

6) Apprezzare le cose semplici.

La felicità va trovata nei piccoli avvenimenti di tutti i giorni e nelle cose che ci circondano. E’ sbagliato far accavallare i nostri giorni aspettando il grande evento o la manna che cada dal cielo. Ogni piccola sorpresa che ci accade, ogni azione( che sia gustare una buona tazza di tè, leggere un libro illuminante, o passeggiare in mezzo alla natura), dovrebbero essere connotati come quei piccoli, grandi piaceri che sono il sale della vita. Viviamo contenti qui, e adesso.

7) Meditare.

Il potere della meditazione aiuta a essere presenti a noi stessi e ad espellere le preoccupazioni dalla mente. Basta chiudere gli occhi e focalizzarsi sulla respirazione; seguendo il respiro da quando entra nei polmoni a quando se ne va. Questo va ripetuto il più a lungo possibile. Se la mente vaga altrove, i pensieri non vanno repressi. Anzi, vanno assecondati ed elaborati. Poi però bisogna tornare a concentrarsi sul respiro. Se riusciamo a ritagliarci uno spazio per praticare la meditazione quotidianamente ne avvertiremo presto i benefici.

Due ricette con l’aloe vera

Due ricette con l’aloe vera: il pieno di benefici!

Il gel che si estrae dalle sue foglie dà leggerezza e benefici ai tuoi piatti. Azione antiossidante, disintossica e rinvigorisce l’intestino e aiuta anche a depurare pelle e capelli.

L’aloe infatti è un alimento completo. Composto da 18 aminoacidi, di cui 7 essenziali; 20 minerali; 12 vitamine moltissimi principi attivi.

Ottimo per ricaricarsi di sostanze benefiche, soprattutto nella stagione più vitale dell’anno.

Grazie all’aloe, tutto il corpo si depura e si rigenera. Il suo gel elimina le tossine che stagnano nell’intestino; con effetto sfiammante e antiage sull’organo, che immediatamente inizia a funzionare meglio.

Inoltre, dà sollievo a irritazioni gastriche; stipsi; reflusso e costipazione. E rende radiosa anche la pelle.

Il succo e il gel di aloe possono essere aggiunti a centrifugati, frullati di frutta e verdura. Oppure alle minestre fredde e alle salse.

Possiamo ad esempio usarle nelle insalate, insieme ad aceto balsamico, olio EVO ed erbe aromatiche per liberarci dalle tossine. Ottimi nei sughi di pesce. O come condimento per la pasta a fine cottura.

Ma vediamo Due ricette con l’aloe vera.

Due ricette con l'aloe vera

Gli esercizi dell’eterna giovinezza

Gli esercizi dell’eterna giovinezza. Aggiorniamoci un pò!

Oggi anche il wellness, inteso come benessere a 360° è diventato una tendenza molto diffusa. Ma in particolare in questo settore spiccano alcuni nuovi termini, di cui spesso non si conosce neppure il significato, che promettono di preservare la giovinezza.

Parliamo di Calistenico, Core, Mma, Plank. E di tutti Gli esercizi dell’eterna giovinezza.

Gli esercizi dell'eterna giovinezza

1. Calistenico

Il termine deriva dal greco e unisce due parole che significano “bello” e “forte”. Si tratta di un tipo di allenamento fisico che punta all’agilità e alla postura. E si usa nella ginnastica a corpo libero che include elementi di preacrobatica. Ha qualche limite, perché non è adatta a tutti e va praticata con gradualità.

Fa bene perché, questo allenamento, ha il vantaggio di sviluppare flessibilità, resistenza e coordinamento. E di aiutare a bruciare i grassi ed irrobustire tutto il corpo; tra cui i muscoli del corsetto addominale ( il core).

2. Core

Con core, nel fitness, ci si riferisce alla muscolatura del corsetto addominale che è considerato il centro funzionale e il baricentro del corpo. Va allenato perché dalla sua forza e capacità di tenuta derivano un buon equilibrio psicofisico e un benessere generale.

Gli esercizi del core hanno carattere funzionale. L’obiettivo è provocare e mettere alla prova le capacità di risposta del “centro” del nostro corpo agli stimoli esterni; attraverso esercizi isometrici, statici o in movimento, e grazie anche all’utilizzo di attrezzi che sollecitino l’equilibrio e le capacità coordinative. Si parte con esercizi molto semplici quanto efficaci. Come ad esempio il plank, il side bridge (ponte laterale), il bird dog (cane da punta) e l’esercizio del cobra. Tutti esercizi che promettono l’eterna giovinezza…

3. Mma

Le mix martial arts sono combattimenti che avvengono nelle gabbie ottagonali o circolari, dove gli atleti praticano, attraverso regole ben precise, un insieme di lotte. Queste lotte vanno dalla boxe ai calci, dalle prese al combattimento a terra.
Ci si ispira a varie tecniche come boxe, thai boxe, lotta greco-romana.

Senza dubbio la tecnica Mma può essere una buona attività motoria per chiunque. Perché i muscoli sollecitati sono molti e i continui cambi di tecnica garantiscono varietà e divertimento.
A volte, infatti, l’esecuzione meccanica e ripetitiva di alcune arti marziali potrebbe risultare noiosa. Il fine non è il combattimento, ma le varie forme sono un mezzo per aumentare la capacità motoria.

( Lo trovi presso le Palestre & Piscine Universo)

4. Plank

E’, come accennato, uno degli esercizi predominanti nella core stability; cioè la tenuta del corsetto addominale.
Si pratica mantenendo una posizione per un tempo sempre più lungo, con i muscoli contratti. Il plank può essere eseguito a pancia in giù, appoggiati sul palmo delle mani e sulle punte dei piedi. Oppure sui gomiti, o ancora sul fianco, con un braccio o una gamba sospesi.
Si può anche passare da una posizione all’altra.

Fa bene perchè: in questo esercizio, è fondamentale il controllo della postura, perchè, se è sbagliata può far danni alla schiena anziché portare benefici.
Per questo, almeno inizialmente, andrebbe svolto sotto il controllo di un esperto.

Gli allenamenti ed esercizi descritti certamente possono aiutare a raggiungere una maggiore definizione muscolare; una migliore postura e maggiore equilibrio.
Praticare regolarmente degli esercizi migliorerà il metabolismo e vi aiuterà a bruciare più energia. E ancor di più vi permetterà di tonificare e allungare i muscoli che contribuiscono alla tensione e allo stress. Per cui rilassano anche il cervello influenzando positivamente il vostro umore. Tutto a favore dell’eterna giovinezza….

Acqua di cactus

Acqua di cactus per il tuo benessere.

Da qualche tempo si sono affacciate nel campo alimentare alcune acque vegetali molto particolari. Estratte da piante o frutta abbastanza insolite, generalmente utilizzate sia come sostitute di bevande e succhi di frutta vari; che per migliorare il benessere fisico generale.

L’ acqua di cactus naturalmente rientra nell’elenco delle ultime manie healthy and beauty.Acqua di cactus

Una bevanda ricavata dal cactus del genere opunzia, cui appartiene il fico d’India. Estratto in una particolare zona della California; il succo pare abbia un sapore tra l’anguria e il kiwi, assolutamente privo di grassi ma ricco di sostanze minerali e antiossidanti.

Bevuta con regolarità avrebbe un effetto detox, drenante per la cellulite e contribuirebbe a sgonfiare la pancia. Ma in particolare sta riscuotendo successo tra le fitness-addict. La più nota sicuramente è la Caliwater (www.instagram.com/drinkcaliwater/ ); lanciata lo scorso gennaio negli Stati Uniti.

Sorseggiala al posto dell’acqua normale dopo o durante l’attività fisica, l’acqua di cactus essendo ricca di elettroliti e zuccheri semplici (che derivano dalla purea del frutto), si dimostra particolarmente utile appunto per coloro che seguono una sessione d’allenamento.

E poi, nella sua composizione c’è una forte presenza di antiossidanti ed una molecola simile alla taurina; che ha potere eccitante ed aiuta il corpo a riparare i danni dei tessuti muscolari.

Grazie allo zucchero ed elettroliti presenti, aiuta a rimpiazzare i liquidi persi attraverso il sudore durante l’allenamento.

In più, ha un buon contenuto di magnesio. Ideale per gli sportivi poichè idrata e migliora le prestazioni atletiche. Ma anche quando ci si sente giù di tono. Aiuta a contrastare il raffreddore e i mali di stagione perché stimola il sistema immunitario; in caso d’influenza è utile anche per idratare e per compensare lo scarso appetito.

Mentre, le componenti cactina e ordenina, agiscono positivamente sui problemi cardiaci, e sono stimolanti e diuretiche.

Si può bere prima di qualche drink per evitare la sbornia e i postumi del giorno dopo. Certamente utile in questa calda stagione per restare idratati anche per coloro che non amano molto l’acqua normale.

Non ha particolari controindicazioni, essendo stimolante è meglio non berla di sera o se si è dei tipi nervosi ed ansiosi, una quantità eccessiva potrebbe infastidire i nervi.

 

Photo credit: it.pinterest.com/pin/